L'interpretazione del suo mito sarebbe fornita proprio dal libretto del Don Giovanni di Mozart, scritto da Lorenzo Da Ponte, in cui Leporello, il servo di Don Giovanni, in un'aria notissima recita: Madamina il catalogo è questo, delle belle che amò il padron mio.
Regia di Franz Antel.71 Morì il 4 giugno del 1798 e nei pressi del castello fu sepolto.Nella capitale inglese conobbe la funesta Charpillon, 49 con cui cercò di intessere una relazione.Marsan, Sui passi di Casanova a Venezia, cit.Vol I, Lettere di sanova e di altri a lui.Disegno di legge n 2775 d'iniziativa dei senatori Mazzuca Poggiolini, Fiorillo, Di Benedetto e Bruni: Norme per la celebrazione del secondo centenario della morte slot memoria 2x so dimm di Giacomo Casanova.22, citato in bibliografia).1785 - Supplément à l'Exposition raisonnée.La tendenza a romanzare del Casanova sarebbe in questo caso particolarmente stimolata dall'ambiente e dai ruoli dei personaggi descritti.Angelo Mainardi, Casanova l'ultimo mistero, Roma, Tre editori, 2010, isbn.La lettera in questione spedita dalla Buschini a Casanova ormai in esilio, faceva riferimento alla casa antistante "È morto la molgie del maestro di spada che mi stà in fasa di me quela casa in mezzo al brusà, giovine e anche bela la era." (testo.La questione è stata oggetto di un cospicuo dibattito sul quale spesso ha pesato il giudizio moralmente negativo circa la personalità dell'autore.Edizione italiana: Analisi degli Studi della natura e di Paolo e Virginia di Bernardin de Saint-Pierre, a cura di Gianluca Simeoni, Bologna, Pendragon, 2003, isbn Pensieri libertini, a cura di Federico app per scommesse snai di Trocchio (sulle opere filosofiche inedite rinvenute a Dux Milano, Rusconi.I Mémoires restano un libro eccezionale, rappresentativo quant'altri mai del mondo settecentesco, un libro che, per la sua stessa ricchezza di materiali quanto pochi altri, può rivelare a un lettore paziente lo spirito della vecchia società che la Rivoluzione doveva distruggere (nora Letterati, memorialisti.Se non che i successivi studi del Brunelli, il quale aveva reperito documenti che dimostravano in modo certo l'avvenuta immatricolazione al primo anno e le successive iscrizioni (Immatricolazione 29 novembre 1737 col numero 122, iscrizione al secondo anno 26 novembre 1738, fede di terzeria del.URL consultato il Sandro Pasqual, L'intreccio, Casanova a Bologna, Faenza, Tratti/Mobydick, 2007, isbn.Il pensiero libero dell'Italia moderna (Giacomo Casanova, pag.Giovanni di Gerusalemme (cfr.



Epistolario a cura di iara cit.